Delizia del Cuore

Tutta la lode appartiene ad Allāh, la Guida al bene. Egli osserva la Sua creazione, essendo a conoscenza di quello che è celato dalla vista e quello che si nasconde nei cuori. Lo lodo, la lode di un vero servo che teme il Suo castigo, ma che spera nel Suo perdono.

Lo ringrazio, il ringraziamento che un servo è obbligato ad offrire al suo Padrone. Testimonio che non c’è altro dio o divinità degno di adorazione se non Allāh solo. Testimonio che Muḥammad è il Suo servo e ultimo Messaggero.

Consiglio a me stesso e a voi di acquisire Taqwā di Allāh; è la provvista che vi porterete fino al Giorno finale. Allāh (Che sia glorificato) dice ordinando al Suo Profeta (pace e benedizioni su di lui):

Recita quello che ti è stato rivelato del Libro ed esegui l’orazione. In verità l’orazione preserva dalla turpitudine e da ciò che è riprovevole. Il ricordo di Allāh è certo quanto ci sia di più grande. Allāh conosce perfettamente quello che operate.
(Corano, Sura Al-‘Ankabūt, Il Ragno, 29:45)

Ed Egli anche dice:

In verità non mi è stato solo ordinato di adorare il Signore di questa città che Egli ha resa inviolabile.
A Lui tutto
[appartiene] e mi ha comandato di essere uno dei musulmani e di recitare il Corano. Chi segue la retta via lo fa a suo vantaggio. E di’ a chi si svia: “Io non son altro che uno degli ammonitori”.
(Corano, Sura An-Naml, Le Formiche, 27:91,92)

Allāh (Che sia glorificato) ha detto:

Sono invece chiari segni [custoditi] nei cuori di coloro ai quali è stata data la scienza. Solo gli ingiusti negano i Nostri segni.
(Corano, Sura Al-‘Ankabūt, 29:49)

Egli (Che sia glorificato) ha anche detto:

Invero abbiamo reso facile il Corano, che vi servisse da Monito. C’è qualcuno che rifletta [su di esso]?
(Corano, Sura Al-Qamar, La Luna, 54:17)

Il mese di Ramaḍān è noto come il mese del sacrificio e del digiuno. È anche noto e riconosciuto come il mese del Corano. Allāh (Che sia glorificato) dice:

È nel mese di Ramaḍān che abbiamo fatto scendere il Corano, guida per gli uomini e prova di retta direzione e distinzione. Chi di voi ne testimoni [l’inizio] digiuni. E chiunque è malato o in viaggio assolva [in seguito] altrettanti giorni. Allāh vi vuole facilitare e non procurarvi disagio, affinché completiate il numero dei giorni e proclamiate la grandezza di Allāh Che vi ha guidato. Forse sarete riconoscenti!
(Corano, Sura Al-Baqarah, La Giovenca, 2:185)

Allāh (Che sia glorificato) dice:

Invero lo abbiamo fatto scendere nella Notte del Destino.
(Corano, Sura Al-Qadr, Il Destino, 97:1)

Egli (Che sia glorificato) ha anche detto:

Lo abbiamo fatto scendere in una notte benedetta [la Notte del Destino nel mese di Ramaḍān, il nono mese del calendario islamico]. In verità siamo Noi ad ammonire [il genere umano che il Nostro Tormento raggiungerà i miscredenti nella Nostra Unicità di Signoria e nella Nostra Unicità nella Venerazione].
(Corano, Sura Ad-Dukhān, Il Fumo, 44:3)

Allāh (Che sia glorificato) ha rivelato il Corano, una lanterna di luce che non può estinguersi. Una metodologia e uno stile di vita che è perfetto in ogni aspetto. In esso giace una forza che non può essere uguagliata o respinta. È il fondamento dell’Imān (fede) e la fonte della sapienza. Allāh volle che il Corano fosse ciò che disseta la sete di sapienza. È la delizia della gente di saggezza. Il Corano è la migliore delle cure per ogni male.

Il Corano rappresenta la corda di Allāh che non può essere spezzata. È il saggio promemoria e la vera retta via. Nel Corano vi sono i racconti di coloro che esistettero prima di noi, una predizione di quello che ci sarà dopo di noi e un criterio che giudicherà fra noi. È verità con certezza che ci è stata rivelata. Colui il quale vive in accordo ai suoi dettami sarà ricompensato. Colui il quale giudica con esso sarà giusto. Colui il quale chiama ad esso, è sulla strada giusta. Con esso Allāh eleva e abbassa la gente. Il Corano, nel Giorno del Giudizio intercederà per coloro che lo hanno recitato.

Il Messaggero di Allāh (pace e benedizioni su di lui) ha detto:

“Colui il quale legge una singola lettera dal Libro di Allāh sarà ricompensato con una ḥasanah (buona azione). (Sappiate che) Una buona azione viene moltiplicata anche dieci volte. Non intendo che Alif Lām Mīm siano una lettera. In verità Alif è una lettera, Lām è un’altra lettera, Mīm è una lettera.”
(Riferito da At-Tirmidhī ed è autentico).

O Musulmani!

Il Libro di Allāh è guida al genere umano, è come l’anima in relazione al corpo. Perciò colui che abbandona la sua recitazione e non agisce in accordo alle sue leggi, è come in uno stato di morte spirituale. Allāh (Che sia glorificato) ha detto:

Forse colui che era morto, e al quale abbiamo dato la vita, affidandogli una luce per camminare tra gli uomini, sarebbe uguale a chi è nelle tenebre senza poterne uscire? Così sembrano graziose ai miscredenti le loro azioni.
(Corano, Sura Al-‘An‘ām, Il Bestiame, 6:122)

Una persona senza il Corano è come una persona senza acqua, aria e medicina. Allāh (Che sia glorificato) ha detto:

Facciamo scendere nel Corano ciò che è guarigione e misericordia per i credenti.
(Corano, Sura Al-Isrā’, Il Viaggio Notturno, 17:82)

Allāh (Che sia glorificato) ha anche detto:

Se ne avessimo fatto un Corano in una lingua straniera, avrebbero detto: “Perché non sono stati espressi chiaramente i suoi versetti (nella nostra lingua)? Un [messaggio in un] idioma straniero ad un [Messaggero] arabo?”. Di’: “Esso è guida e panacea per coloro che credono”. Coloro che invece non credono, sono colpiti da sordità e accecamento, [ed è come se fossero] chiamati da un luogo remoto.
(Corano, Sura Fuṣṣilat, Esposti chiaramente, 41:44)

Il Corano è guarigione per il corpo e l’anima. Ogniqualvolta la vita diventa dura e problematica la Luce del Corano illuminerà la strada. Sarà fonte di conforto e tranquillità. Sarà un vostro difensore quando sarete inermi e ne avrete bisogno. Allāh (Che sia glorificato) ha detto:

Quando (O Muḥammad) leggi il Corano, mettiamo una spessa cortina tra te e coloro che non credono nell’altra vita. (Corano, Sura Al- Isrā’, Il Viaggio notturno, 17:45)

E metteremo una barriera davanti a loro e una barriera dietro di loro, poi li avvilupperemo affinché non vedano niente.
(Corano, Sura Yā-Sīn, 36:9)

Il Musulmano recita il Corano e sente la sakīnah e tranquillità nel proprio cuore e nel proprio essere. Ciò gli causa timore di Allāh solo e nessun altro. Allāh (Che sia glorificato) ha detto:

Dicevano loro: “Si sono riuniti contro di voi, temeteli”. Ma questo accrebbe la loro fede e dissero: “Allāh ci basterà, è il Migliore dei protettori”. Ritornarono con la grazia e il favore di Allāh, non li colse nessun male e perseguirono il Suo compiacimento. Allāh possiede grazia immensa. Certo è Satana che cerca di spaventarvi con i suoi alleati. Non abbiate paura di loro, ma temete Me se siete credenti.
(Corano, Sura Āl-‘Imrān, La famiglia di Imran, 3:173-175)

Leggi tutto